martedì 24 gennaio 2012

La Strategia, questa sconosciuta. Ma cosa è veramente?

Strategia, una parola abusata o usata a sproposito. Quanti manager, sia di grosse che di medie o piccole aziende, usano questa parola in frasi di cui spesso non ne conoscono il significato: la nostra strategia aziendale prevede la conquista di quel mercato o la leadership di quel segmento di prodotto, bla, bla, bla.
E' una parola che "fa figo", che permette a chi la usa di pavoneggiarsi senza però conoscerne veramente il suo senso, la sua essenza.
Ma di cosa si tratta veramente? E' forse una ispirazione divina che ci dice dove andare e cosa fare? Una sfera di cristallo che prevede il nostro futuro?

La strategia aziendale è una cosa seria, fornisce a chi governa l'azienda una serie di strumenti e metodologie che permettono di crescere... e in alcuni momenti, come l'attuale periodo di crisi, di non fallire o chiudere per scelte errate del management.
Prima di partire è necessario fare una precisazione su tre termini che spesso generano confusione: strategia, tattica e operatività.
La prima, oggetto di questo post, riguarda un piano di azione a lungo termine che prevede lo spostamento dell'azienda da una situazione di mercato chiara e definita ad una desiderata. La tattica invece si concentra su periodi di tempo più brevi tenendo conto di tutti i vincoli esterni ed interni del momento.
Infine l'operatività riguarda il lavoro di tutti i giorni, anche chiamato "day by day business", che tende a produrre dei prodotti o dare dei servizi di qualità nei tempi previsti.

Detto questo, qui di seguito elenco i cinque punti cardine che compongono il ciclo di vita della strategia aziendale:

  1. Analisi strategica
  2. Formulazione della strategia
  3. Esecuzione della strategia
  4. Misurazione della strategia
  5. Gestione del cambiamento ed eventuale ri-orientamento della strategia

Queste cinque fasi permettono di definire una strategia aziendale basata su dati concreti e di eseguirla mantenendone il controllo, capendo se devono essere effettuati degli aggiustamenti dovuti a errate valutazioni o a eventi non previsti (ad esempio, chi avrebbe mai previsto una crisi come quella che stiamo vivendo in questi mesi? La nostra strategia deve essere pronta a recepire i cambiamenti e assorbirne gli eventuali impatti).

Come è facilmente intuibile da quanto scritto, la strategia aziendale è quindi un argomento non certo semplice e riducibile a qualche frase ad effetto spesso sbandierata da manager dell'ultim'ora. Si tratta di una scienza quasi esatta che richiede accurate analisi per la sua formulazione e adeguati strumenti per la sua implementazione. Prossimamente affronterò in maniera dettagliata le diverse fasi in modo da dare un quadro completo di cosa veramente significhi questa misteriosa parola: STRATEGIA.


Nessun commento:

Posta un commento